Auto di ieri e di oggi - Forum Autoconfronti
Registrati GRATUITAMENTE su Autoconfronti per poter accedere a tutte le opzioni disponibili.

Nel sito troverai molte sezioni utili e potrai discutere attivamente con noi nella nostra grande community!


Auto di ieri e di oggi - Forum Autoconfronti

Il Forum del mondo Automobilistico!
 
IndiceIndice  AutoconfrontiAutoconfronti  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
TUTTE LE FOTO POSTATE SUL FORUM DEVONO OBBLIGATORIAMENTE AVERE LE TARGHE DELLE AUTOMOBILI ED I VOLTI COPERTI PER QUESTIONE DI PRIVACY, LA PUBBLICAZIONE DI TARGHE SCOPERTE E' RISERVATA ALLE MANIFESTAZIONI PUBBLICHE.LE VETTURE FOTOGRAFATE PER STRADA O IN SITUAZIONI OCCASIONALI VANNO TUTELATE CON LA TOTALE COPERTURA DELLE TARGHE, TUTTE LE FOTO CHE NON RISPETTANO TALE DIRETTIVA SARANNO RIMOSSE SENZA PREAVVISO.
AVVISO PER I NUOVI ISCRITTI SENZA MESSAGGI:PRESENTATEVI NELL'APPOSITA SEZIONE "PRESENTAZIONI" CLICCANDO SUL TASTO "NEW TOPIC" INSERENDO IL TITOLO ED UNA BREVE INTRODUZIONE PERSONALE.

SE AVETE PROBLEMI CON LA REGISTRAZIONE, IL LOGIN O ALTRO RIVOLGETEVI TRAMITE EMAIL AD UN MEMBRO DELLO STAFF ANDANDO SUL SUO PROFILO, SI AVVISANO GLI UTENTI CHE FARANNO DOMANDE NON INERENTI ALL'USO DEL FORUM CHE VERRANNO IMMEDIATAMENTE BANNATI.

SI AVVISANO TUTTI GLI UTENTI CHE L'USO DELLA CHATBOX E' CONSENTITO SOLO A USO RICREATIVO, TUTTI I CONTENUTI CHE RIGUARDANO ASPETTI TECNICI, PROBLEMI O ARGOMENTI CHE TRATTA IL FORUM SONO VIETATI.SE NON SI GENERANO ARGOMENTI NEI TOPIC IL FORUM RESTA INATTIVO, QUINDI L'ABUSO DELLA CHATBOX PER TALI QUESTIONI E' VIETATO.GLI UTENTI CHE NON RISPETTERANNO TALE DIRETTIVA SARANNO CONTATTATI DALLO STAFF E VERRANNO PRESI PROVVEDIMENTI IMMEDIATI.

Condividere | 
 

 Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Kafermann
Interventista
Interventista
avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 30.03.11
Età : 54
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Ven Apr 01, 2011 10:14 am

Forse molti non sanno che, se oggi ci dilettiamo al volante della VW Maggiolino, una buona parte del merito va al Maggiore Ivan Hirst. Ivan Hirst nacque a Saddleworth, nello Yorkshire, Inghilterra, il 4 marzo 1916. La sua famiglia fondò la “Hirst Brothers Company”, una fabbrica di orologi e di componenti ottiche a Oldham. Hirst studiò ingegneria ottica all'università di Manchester, prima di formare una propria azienda che si occupava della riparazione di strumenti ottici. Negli anni ’30 Hirst fu nominato Ufficiale nel Reggimento del Duca di Wellington e, allo scoppio della seconda guerra mondiale, trasferì le sue competenze di ingegnere prima al Corpo Reale dell'Artiglieria dell'Esercito (RAOC) e poi al Royal Electrical and Mechanical Engineers (REME), che si occupava del ripristino dell’efficienza dei mezzi meccanici e della riparazione delle strutture elettriche. Nell’agosto del 1945 arrivò a Wolfsburg con il grado di Maggiore e le sorti della Volkswagen vennero affidate a lui e al Colonnello Radclyffe. Hirst aveva visto per la prima volta una Volkswagen in Normandia e il suo primo pensiero fu quello di…smontarla, scoprendo così che era costruita secondo una concezione davvero originale. Per i primi due anni Hirst visse lì fino a che, raggiunto dalla moglie, si stabilì in una nuova abitazione requisita in una zona di Wolfsburg dove erano state costruite delle case per i dirigenti. Hirst e Radclyffe decisero di riavviare la produzione ma l’impresa non era delle più semplici. Fortunatamente la centrale termica della fabbrica funzionava ancora ma le presse della Volkswagenwerk dovevano affrontare un temibile nemico: il freddo. Inoltre la fabbrica aveva subìto danni consistenti alle mura; gli operai specializzati erano pochissimi; i magazzini erano vuoti e alcune parti della carrozzeria andavano prodotte ex novo. Gli operai, affamati, indossavano, in mancanza d’altro, le divise della Wermacht senza mostrine. In queste condizioni solo uomini con una grande forza di volontà sarebbero stati in grado di riavviare la produzione e qui giocò un ruolo fondamentale Ivan Hirst, cui dobbiamo tutti noi appassionati grande riconoscenza se, ancora oggi, vediamo le nostre amate Volkswagen scorazzare in ogni parte del globo. Hirst inizialmente affidò la gestione della fabbrica a Hermann Munch e il risultato fu che la produzione passò dalle 7776 vetture del 1946 alle 8987 del 1947 ma la sensazione era che si poteva fare di più, molto di più. Infatti l’anno successivo la direzione, su precisa indicazione di Hirst, passò ad Heinrich Nordhoff, che nel giro di pochi anni trasformerà radicalmente la fabbrica, moltiplicando le cifre di produzione. Ivan Hirst è scomparso il 10 marzo 2000. Io credo che ogni appassionato di Volkswagen gli debba tanto e dovrebbe ogni tanto rivolgergli un pensiero riconoscente, giacché il suo ricordo rivive ogni volta che il dolce borbottio del boxer fa sentire il suo inconfondibile suono.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 25931
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 28
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Ven Apr 01, 2011 2:08 pm

davvero una storia incredibile che non conoscevo completamente!!! una fabbrica che usava divise militari e resti vecchi..strana ed appassionante!! ma fu sotto ordine di Hitler che nacque il Maggiolino vero? doveva trasportare una mitragliatrice e 3 militari. E se non erro il Maggiolino è copiato da una vettura ceco-slovacca o polacca

_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.vivaigirau.altervista.org
Kafermann
Interventista
Interventista
avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 30.03.11
Età : 54
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Ven Apr 01, 2011 4:39 pm

L’idea di Hitler era questa: la Volkswagen doveva ospitare 4 persone, avere un consumo che non superasse i 7 litri ogni 100 chilometri, potesse mantenere una velocità di crociera di 100 km/h anche per lunghi tratti, non avere difficoltà di avviamento, soprattutto con temperature rigide e, infine, doveva costare meno di 1000 Reichsmark. Per quanto riguarda la somiglianza con altre auto, va detto che nel 1932 Porsche progettò, su commissione della NSU,una vettura utilitaria dotata di motore posteriore boxer a 4 cilindri raffreddato ad aria e con un sistema di sospensioni a barre di torsione (brevetto Porsche). La somiglianza con il prototipo del Maggiolino è molto evidente.

NSU




VW3


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 25931
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 28
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Ven Apr 01, 2011 8:41 pm

Grazie delle delucidazioni Kafermann Wink ma quindi la VW nacque per mano di Hitler o era già esistente? perchè mi pare significhi auto del popolo

_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.vivaigirau.altervista.org
Kafermann
Interventista
Interventista
avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 30.03.11
Età : 54
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Ven Apr 01, 2011 10:47 pm

La Volkswagen (letteralmente auto del popolo) nacque per volontà di Hitler e il progettista e realizzatore fu l'Ing. Ferdinand Porsche. Il primo nome che le venne dato fu KdF - Wagen, ovvero Kraft durch Freude - Wagen, che tradotto letteralmente significa Auto della Forza attraverso la Gioia. E' un nome che però fu presto abbandonato per vari motivi. A me personalmente piace molto, al punto che ho dedicato ad esso un modesto libello (non ancora pubblicato, però).
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 25931
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 28
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Ven Apr 01, 2011 11:12 pm

Bene quando sarà pubblico con piacere ti aiuteremo a spargerne la voce Smile

Oltre al maggiolino possiedi anche altre VW?




_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.vivaigirau.altervista.org
Supermotor
Utente Certificato
Utente Certificato
avatar

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 18.06.10
Età : 56
Località : ex Torino

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Sab Apr 02, 2011 12:11 am

Complimenti Guido, davvero una bella storia che fa piacere conoscere. D'altronde in Italia Mussolini fece costruire la Topolino 500 e in Germania ci fu il Maggiolino.

Tienici informati su questo libro mi farebbe piacere saperne di più
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente https://www.facebook.com/SuperMotorCompany
Kafermann
Interventista
Interventista
avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 30.03.11
Età : 54
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Sab Apr 02, 2011 1:26 am

@ Fiat Uno/126 No, purtroppo al momento ho solo questo. Mi piacerebbe tanto avere una bella Type 3 Squareback (Familiare), ma sono rare e per le poche in vendita chiedono cifre esagerate.

La storia di Hirst è fantastica, a mio parere. Il Maggiore inglese ebbe un ruolo decisivo nel decidere la sorte del Maggiolino e io non smetterò mai di essergli riconoscente.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 25931
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 28
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Sab Apr 02, 2011 1:54 pm

Guido la tua che cosa ha in particolare che era destinata solo al mercato tedesco?

_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.vivaigirau.altervista.org
Kafermann
Interventista
Interventista
avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 30.03.11
Età : 54
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Sab Apr 02, 2011 2:26 pm

Fiat Uno/126 ha scritto:
Guido la tua che cosa ha in particolare che era destinata solo al mercato tedesco?

Il mio Maggiolino è un modello Standard, destinato al mercato interno tedesco. Si caratterizza per la totale assenza di cromature, paraurti in tinta con la carrozzeria, mancanza di grigliette sui parafanghi (ciò spiega la presenza del clacson a vista), tergicristallo neri, etc. All'interno, volante a tre razze nero, cielino che non copre l'intera area del padiglione, maniglie sportelli e alzavetro non cromate, assenza dell'interruttore luce cortesia, etc. Il modello che invece era destinato al mercato estero fu denominato Export ed era, diciamo così, più lussuoso e meglio rifinito del mio. I modelli Export, ovviamente, sono più numerosi in Italia rispetto allo Standard, proprio per i motivi che ho illustrato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 25931
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 28
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Sab Apr 02, 2011 3:05 pm

Grazie delle informazioni Smile non sapevo queste cose è sempre bello apprendere nuove cose

_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.vivaigirau.altervista.org
Supermotor
Utente Certificato
Utente Certificato
avatar

Messaggi : 764
Data d'iscrizione : 18.06.10
Età : 56
Località : ex Torino

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Mer Apr 06, 2011 1:06 am

Una curiosità, la VW3 fu solo un prototipo o è una vettura rara ma esistente?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente https://www.facebook.com/SuperMotorCompany
Kafermann
Interventista
Interventista
avatar

Messaggi : 109
Data d'iscrizione : 30.03.11
Età : 54
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Mer Apr 06, 2011 9:06 am

La VW 3 è uno dei 3 prototipi (2 berlina e 1 cabriolet) che il 12 ottobre 1936 iniziarono i collaudi su strada. Uno dei tre prototipi era realizzato con scocca interamente in acciaio, mentre gli altri due avevano una struttura mista legno/lamiera. A questa prima serie fece seguito una seconda serie di 30 autovetture (VW 30). Da notare che queste prime 30 VW avevano un motore di 985 cc3 per una potenza di 23,5 CV. La serie di prototipi venne severamente testata e, dopo aver compiuto complessivamente 2.400.000 chilometri, si passò alla fase successiva. Nacque così la VW 38, vettura che più si avvicina a quello che sarebbe stato il Maggiolino definitivo. Non vorrei sbagliarmi, ma credo che le VW 3 originali siano andate distrutte e, quella che si trova al museo di Wolfsburg, sia stata ricostruita.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 25931
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 28
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   Mer Apr 06, 2011 2:08 pm

Grazie delle info sempre dettagliate Smile hanno fatto un bel test devo dire con le vetture, volevano essere sicuri ..! quindi quella è ricostruita, peccato sarebbe stato opportuno tenere una originale

_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.vivaigirau.altervista.org
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino   

Tornare in alto Andare in basso
 
Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Ivan Hirst e la sopravvivenza del Maggiolino
» a caccia del maggiolino tutto matto
» maggiolino
» Personaggio della settimana: IVAN ROMITO
» Maggiolino 1963 ho bisogno dei vostri pareri

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Auto di ieri e di oggi - Forum Autoconfronti :: La rubrica di AUTOCONFRONTI :: La Storia Delle Auto e le Nostre Storie-
Andare verso: