Auto di ieri e di oggi - Forum Autoconfronti
Registrati GRATUITAMENTE su Autoconfronti per poter accedere a tutte le opzioni disponibili.

Forum Autoconfronti, la più attiva e grande community professionale da 2010!!

Nel sito troverai molte sezioni utili e potrai discutere attivamente con noi nella nostra grande community!


Auto di ieri e di oggi - Forum Autoconfronti

Il Forum del mondo Automobilistico!
 
IndiceIndice  AutoconfrontiAutoconfronti  CalendarioCalendario  EventiEventi  PubblicazioniPubblicazioni  GalleriaGalleria  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
In data 12-2-2018 è stata approvata dallo staff una VARIAZIONE REGOLAMENTARE che permette a tutti gli utenti di poter POSTARE IN CHIARO E SENZA CENSURE LE TARGHE dei veicoli avvistati
AVVISO PER I NUOVI ISCRITTI SENZA MESSAGGI:PRESENTATEVI NELL'APPOSITA SEZIONE "PRESENTAZIONI" CLICCANDO SUL TASTO "NEW TOPIC" INSERENDO IL TITOLO ED UNA BREVE INTRODUZIONE PERSONALE.

SE AVETE PROBLEMI CON LA REGISTRAZIONE, IL LOGIN O ALTRO RIVOLGETEVI TRAMITE EMAIL AD UN MEMBRO DELLO STAFF ANDANDO SUL SUO PROFILO, SI AVVISANO GLI UTENTI CHE FARANNO DOMANDE NON INERENTI ALL'USO DEL FORUM CHE VERRANNO IMMEDIATAMENTE BANNATI.

SI AVVISANO TUTTI GLI UTENTI CHE L'USO DELLA CHATBOX E' CONSENTITO SOLO A USO RICREATIVO, TUTTI I CONTENUTI CHE RIGUARDANO ASPETTI TECNICI, PROBLEMI O ARGOMENTI CHE TRATTA IL FORUM SONO VIETATI.SE NON SI GENERANO ARGOMENTI NEI TOPIC IL FORUM RESTA INATTIVO, QUINDI L'ABUSO DELLA CHATBOX PER TALI QUESTIONI E' VIETATO.GLI UTENTI CHE NON RISPETTERANNO TALE DIRETTIVA SARANNO CONTATTATI DALLO STAFF E VERRANNO PRESI PROVVEDIMENTI IMMEDIATI.

Condividi | 
 

 Fiat 132

Andare in basso 
AutoreMessaggio
michele131cl
Utente Certificato
Utente Certificato
avatar

Messaggi : 215
Data d'iscrizione : 02.06.17
Età : 35
Località : Barletta

MessaggioTitolo: Fiat 132   Sab Ott 20, 2018 6:12 pm

Citazione :

Fiat 132
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
[th]Fiat 132 [/th][th]Descrizione generale [/th][th]Costruttore [/th][th]Tipo principale [/th][th]Produzione [/th][th]Sostituisce la [/th][th]Sostituita da [/th][th]Esemplari prodotti [/th][th]Altre caratteristiche [/th][th]Dimensioni e massa [/th][th]Lunghezza [/th][th]Larghezza [/th][th]Altezza [/th][th]Passo [/th][th]Massa [/th][th]Altro [/th][th]Altre eredi [/th][th]Stessa famiglia [/th][th]Auto simili [/th]

Una FIAT 132 GLS 1600 2ª serie (1974-1977)
 FIAT
Berlina
dal 1972 al 1981
Fiat 125
Fiat Argenta
Italia : 652.947[1]
Spagna : 108.725[2]
4405 (versione 1800) / 4386 (versione 1600) mm
1640 (versione 1800) / 1631 (versione 1600) mm
1440 mm
2557 mm
da 1090 a 1230 kg
Fiat Croma
SEAT 132
Alfa Romeo Alfetta
Opel Rekord
Peugeot 504
Talbot Simca Solara
La Fiat 132 è una berlina tre volumi 4 porte con motore anteriore longitudinale e trazione posteriore prodotta dalla FIAT a partire dal 1972, che ha sostituito il modello "125" nella gamma aziendale.

Indice



Il contesto

La progettazione di questo modello ha radici nel 1965 (la 125 nacque proprio per ovviare ai tempi lunghi di progettazione di un nuovo pianale e vettura), e l'auto vide la luce inizialmente con due motorizzazioni: la 1600 (1592 cm³, alesaggio x corsa 80 x 79,2 mm, in allestimento normale e Special) con 98 CV a 6000 giri/min, in grado di raggiungere 165 km/h; la 1800 (1756 cm³, alesaggio x corsa 84 x 79,2 mm, nel solo allestimento Special) con 105 CV a 6000 giri/min e velocità massima 170 km/h. La carrozzeria era figlia della moda degli anni settanta, caratterizzata dal frontale con 4 fari anteriori circolari e dalla particolarità, per l'epoca, dei finestrini anteriori privi dei deflettori. La 132 è la prima Fiat assemblata parzialmente dai robot: alcuni elettrosaldatori applicano punti di saldatura alla carrozzeria.
Al motore era accoppiato un cambio a 4 marce (la quinta marcia, "di riposo", era a richiesta), mentre un cambio automatico epicicloidale a tre velocità con convertitore di coppia idraulico era offerto come optional. Le sospensioni ricalcano, seppur con lievi modifiche, lo schema già adottato dalla 125: anteriori a quadrilateri trasversali con bracci oscillanti sovrapposti, molle elicoidali ed ammortizzatori idraulici coassiali a doppio effetto; posteriori ad assale rigido con molle elicoidali ed ammortizzatori idraulici coassiali a doppio effetto (anziché balestre, come la progenitrice) più una coppia di biellette di ancoraggio supplementari. Barra stabilizzatrice sull'anteriore, per controllare il coricamento laterale in curva, migliorando la tenuta di strada alle elevate velocità. Impianto frenante a dischi sulle quattro ruote, con doppio circuito, servofreno e correttore di frenata sul circuito posteriore.
Gli interni della vettura sono appropriati per il segmento che la Fiat voleva andare ad occupare: quello delle berline di classe e rappresentanza. I sedili, ampi e molto comodi, sono realizzati in similpelle o in panno con trattamento antitarme, in pendant con i pannelli delle portiere, ricchi, peraltro, di vistose cromature. Il pavimento è in moquette, mentre il padiglione viene realizzato in materiale sintetico traforato. Il cruscotto presenta inserti in finta radica e racchiude in sé una strumentazione circolare molto completa (Veglia Borletti): tachimetro, contagiri elettronico (optional), indicatori di livello benzina e temperatura dell'acqua, orologio e pressione dell'olio (optional). Il volante è a due razze, disassate rispetto al centro (per consentire una migliore visibilità della strumentazione), ed è ad inclinazione regolabile; esso è dotato di un piantone snodato collassabile di sicurezza: in caso di incidente stradale esso si ripiega in tre parti e non penetra nell'abitacolo, mettendo a rischio il torace del guidatore. Sempre in tema di sicurezza, vengono adottati ulteriori accorgimenti, come la carrozzeria a struttura differenziata ad assorbimento controllato di forze d'urto e il rinforzo delle portiere con profilati in acciaio scatolato, al fine di preservare gli occupanti in caso di impatto laterale. La 132 era proposta nelle versioni normale (GL) e special (GLS): la versione normale più economica, spartana e meno ricercata, e la versione special che prevedeva, invece, una numerosa serie di optional. Le principali dotazioni, a richiesta, sono: Cambio a 5 marce, Cambio automatico, Differenziale autobloccante, Condizionatore d'aria, Ruote in lega leggera, Vernice metallizzata, Poggiatesta per i sedili anteriori, Lunotto termico, Cristalli atermici e Accensione elettronica.
La prima serie fu prodotta fino al 1974 e sostituita da una seconda (1600 GL/GLS e 1800 GLS) che presentava alcune modifiche di carrozzeria (nuova calandra cromata, nuovi fregi cromati laterali (soltanto nei modelli GLS), gruppo ottico posteriore maggiorato), meccanica invariata, eccezion fatta per un lieve incremento di potenza del motore 1.8 litri, prima a 107 CV e poi a 111 CV (velocità massima invariata a 170 km/h). La sigla GL significava "GranLuce": infatti la vettura presentava la linea di cintura abbassata, con leggero ampliamento delle superfici vetrate laterali, e il lunotto posteriore ampliato verso il baule. Tale modifica si era resa necessaria per aumentare la luminosità dell'abitacolo e la visibilità posteriore, eliminando, peraltro, la fascia di raccordo in lamiera tra baule e lunotto, esposta a facili corrosioni. A tal proposito vennero adottati (per l'epoca) accorgimenti innovativi per scongiurare la corrosione: le lamiere subivano un trattamento chimico a base di fosfati di zinco e manganese; la scocca veniva immersa in vernice antiruggine tramite elettroforesi. Il sottoscocca e i passaruota venivano ulteriormente trattati a spruzzo con cloruro di polivinile, per preservarli dall'azione chimica e abrasiva del sale antighiaccio e del pietrisco stradale; le ruote, particolarmente soggette alla corrosione, venivano trattate con polveri epossidiche ad alto spessore protettivo. L'insieme di tali aggiornamenti resero il corpo vettura più piacevole, ricercato e duraturo. La motorizzazione di 1.6 litri subisce una leggera riduzione di cilindrata a 1585 cm³ (alesaggio x corsa 84 x 71,5 mm), tuttavia le sue prestazioni rimangono invariate. La vettura ora adotta pneumatici ribassati "barra 70" anziché quelli tradizionali dell'epoca (corrispondenti ai "barra 80" attuali). Nella seconda serie della 132 avviene la sostituzione definitiva dei motori bialbero con basamento di alesaggio 80 mm con le unità di alesaggio 84 mm, sempre bialbero, con quindi corsa più corta per il 1.6 e 1.8 litri permettere la realizzazione futura di un "2 litri". Le varie cubature vengono ottenute, a parità di alesaggio, utilizzando alberi motore con corsa di 71,5 oppure 79,2 mm.

Fiat 132 2000 terza serie del 1980
Una terza serie fece la sua comparsa nel 1977: la calandra fu ancora ritoccata riavvicinandosi a quella del modello iniziale, furono aggiunte fasce paracolpi sulle fiancate e disegnati nuovi (e vistosi) cerchi ruota, soprannominati "a quadrifoglio", di diametro 14 pollici in luogo dei 13 pollici delle serie precedenti. La modifica più appariscente fu quella apportata ai paraurti, che vennero realizzati, secondo lo stile Fiat dell'epoca, in resina con armatura metallica. Diverse modifiche ed irrobustimenti all'interno della scocca aumentarono il già buon livello di sicurezza della vettura. Gli interni fecero un salto di qualità con l'adozione di nuovi rivestimenti di un piacevole velluto, i sedili anteriori erano più grandi con appoggiatesta di serie e un'anima rigida all'interno (così la schiena di chi sedeva davanti non poteva sentire eventuali ginocchiate dei passeggeri posteriori più alti). Venne adottato un nuovo cruscotto a strumentazione quadrata e un nuovo padiglione, che aveva la particolarità delle 4 alette parasole (2 laterali e 2 sul parabrezza) a scomparsa. Vetri elettrici anteriori di serie. Anche le motorizzazioni subirono un aggiornamento: spariva la versione 1.8 litri, sostituita da un propulsore, sempre derivato dal bialbero Fiat, di 1995 cm³, alesaggio x corsa 84 x 90 mm, erogante una potenza di 112 CV a 5600 giri/min, per 170 km/h di velocità massima. Invariata la motorizzazione più piccola di 1.6 litri. Cambio a 5 rapporti di serie, con possibilità dell'opzione della trasmissione automatica. La Casa dava inoltre la possibilità, solo per la 2000, di scegliere il rapporto al ponte tra due valori: uno "lungo" per favorire la marcia autostradale e uno "corto" per privilegiare invece accelerazione e ripresa. L'impianto frenante è modificato: all'avantreno, grazie all'adozione dei nuovi cerchi, il diametro dei dischi è maggiorato da 240 a 250 mm; al retrotreno vengono adottati i tamburi in luogo dei dischi. La versione 2000 adotta il servosterzo e gli alzacristalli elettrici di serie. La vettura ha ora la possibilità di essere equipaggiata a richiesta con pneumatici di elevate prestazioni quali Pirelli P6 e Michelin TRX, con sezione ribassata "barra 60".
Nel maggio del 1978 venne aggiunta la motorizzazione a gasolio con i motori diesel 2.000 (1995 cm³, 60 CV a 4400 giri/min, 130 km/h) e 2.500 (2445 cm³, 72 CV a 4200 giri/min, 145 km/h), prodotti dalla Sofim di Foggia (adottati in seguito anche dai veicoli commerciali di Fiat, Peugeot e Citroën). Trasmissione sempre a 5 rapporti, servosterzo. Le versioni diesel sono riconoscibili per la "gobba" del cofano anteriore, piuttosto diffusa nelle auto diesel dell'epoca.
L'ultima evoluzione del modello fu l'introduzione nel 1979 del motore 2000 con alimentazione a iniezione elettronica Bosch LE-Jetronic con 122 Cv a 5300 giri/min ed una velocità massima incrementata a 175 km/h, con prestazioni notevolmente più brillanti della 2000 a carburatore anche per via dell'accorciamento dei rapporti del cambio e del rapporto finale al ponte, adottato "corto" in via definitiva. Lieve miglioramento del consumo, anche grazie al nuovo dispositivo "Cut-Off" in grado di tagliare l'afflusso di carburante al motore in fase di rilascio del gas. La versione 2000 con alimentazione a carburatore rimase comunque in listino.
La gamma dei colori con cui veniva proposta sul mercato, era composta, per la prima serie, da Rosso Fiat, Verde oliva, Blu scuro, Blu sera metallizzato, Beige sahara, Champagne metallizzato, Nero, Grigio metallizzato, Bianco vela e Marrone testa di moro. Per la seconda serie, erano invece disponibili i colori Rosso ossido (cod.163), Arancio scuro (cod.200), Bianco (cod.233), Giallo champagne (cod.238), Verde prato (cod.336), Verde chiaro (cod.358), Azzurro chiaro metallizzato (cod.400), Blu scuro (cod.456), Champagne metallizzato (cod.577) e Alluminio metallizzato (cod.620).
Per gli ultimi anni di produzione rimase l'ammiraglia della casa torinese in seguito al ritiro dal catalogo della Fiat 130, e nel maggio del 1981 uscì di produzione sostituita dalla Argenta, sua stretta derivazione.

Motorizzazioni

[3][4]
Modello Disponibilità Motore Cilindrata
(cm³)
Potenza Coppia max
(kgm)
Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(l/100 km)
1.6dal 1972 al 1976Benzina159298 CV DIN13,2n.dn.d16510
1.6dal 1976 al 1981Benzina158598 CV DIN13,4n.dn.d16510
1.8dal 1972 al 1974Benzina1756105 CV DIN14,4n.dn.d1709,4
1.8dal 1974 al 1977Benzina1756111 CV DIN15,1n.dn.d1709,4
2.0dal 1977 al 1981Benzina1995112 CV DIN16,9n.d11.01709,8
2.0 i.e.dal 1979 al 1981Benzina1995122 CV DIN17,5n.d10.717510,4
2.0 Dieseldal 1978 al 1981Diesel199560 CV DIN11,5n.dn.d1358,5
2.5 Dieseldal 1978 al 1981Diesel244572 CV DIN15,0n.d18.21458,9

Fiat 132 all'estero

Il modello venne anche costruito in Spagna in quasi 110.000 esemplari dall'allora controllata SEAT e rimarchiata come SEAT 132: disponibile con i motori 1600 e 1800 della prima serie, insieme alla versione 2000 (in realtà 1919 cm³ effettivi per motivi fiscali). Inoltre erano disponibili anche motorizzazioni diesel di 2000 e 2200 cm³ (di origine Mercedes, praticamente le stesse unità montate all'epoca sui modelli W 123)[2].
In Polonia la Polski Fiat "fabbricò" un certo numero di Polski Fiat 132p, uguali all'originale italiano. In realtà si trattava di esemplari importati dall'Italia praticamente completi e rimarchiati come se fossero prodotti nella fabbrica FSO di Varsavia al fine di eludere la notevole tassazione sui modelli di produzione occidentale. In Polonia venivano montati solo alcuni pezzi quali paraurti, gomme, batteria e loghi identificativi[5].
In Sudafrica la 132 fu assemblata negli anni settanta su licenza dalla Brits Engineering Industries (B.E.I.), filiale dell'Alfa Romeo, in quanto la Fiat si era ritirata da quel mercato[6].
In Corea del Sud fu prodotta a partire dal 1979 dalla Kia Motors[7].

Versioni speciali e preparate

Nei primi anni '70 la neonata 132 fu oggetto delle attenzioni della Giannini che preparò la "132-2000". Il modello sviluppa 115 CV grazie alla cilindrata maggiorata da 1756 a 1936 cm³, un rapporto di compressione più alto e l'adozione di due carburatori doppio corpo. Cerchi in lega leggera, cambio automatico, sedili anatomici e autoradio erano i principali accessori a pagamento.
La Moretti realizzò alcuni esemplari in allestimento coupé nel 1972, seguiti da una seconda versione nel 1974, caratterizzata da un imponente frontale a 6 fari affiancati.
Molti altri prototipi di allestimenti coupé o giardinetta su autotelaio "132", realizzati da vari carrozzieri, tra i quali Coggiola, Michelotti, Lombardi, Savio e Pininfarina, non ebbero seguito produttivo.

Dati tecnici

[th]Modello[/th][th]Versione "1600" del 1972[/th][th]Versione "1800" del 1972 [/th]
Caratteristiche tecniche - Fiat 132
Motore4 cilindri in linea ciclo Otto, anteriore longitudinale, raffreddato a liquido
Cilindrata1.592,4 cm³ (Alesaggio x corsa = 80 x 79,2 mm)1.755,6 cm³ (Alesaggio x corsa = 84 x 79,2 mm)
Distribuzionea 2 valvole inclinate con doppio albero a camme in testa mossi da cinghia
Carburatorea doppio corpo invertito Weber 34 DMS o Solex C34 EIES
Potenza max98 CV DIN a 6.000 giri/min105 CV DIN a 6.000 giri/min
Coppia max13,2 mkg DIN a 4.000 giri/min14,4 mkg DIN a 4.000 giri/min
Frizionemonodisco a secco
Cambioa 4 rapporti + RM, a richiesta 5ª marcia o automatico a 3 rapporti
Trazioneposteriore con differenziale autobloccante a richiesta
Sterzoa vite e rullo
Scoccametallica autoportante
Sospensioni ant.a ruote indipendenti con triangoli oscillanti, ammortizzatori idraulici telescopici
Sospensioni post.a ponte rigido ruote indipendenti, bracci di ancoramento, molle elicoidali, ammortizzatori idraulici telescopici
Impianto frenantea disco con comando idraulico, servofreno a depressione e limitatore di frenata al retrotreno. Freno a mano sulle posteriori con comando meccanico
Pneumatici170 SR x 13" o 175 SR x 13"
Carreggiataanteriore 1.313 mm, posteriore 1.321 mm
Peso1.070 kg
Serbatoio56 litri
Velocità massima165 km/h170 km/h




https://it.wikipedia.org/wiki/Fiat_132

https://en.wikipedia.org/wiki/Fiat_132

Canale youtube
https://www.youtube.com/playlist?list=PLt6mUUQP99N8cuMt5OvtcfYvf5HIN2bJS
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Alex147ts
Gruppo Amministrazione
Gruppo Amministrazione
avatar

Messaggi : 12120
Data d'iscrizione : 04.11.12
Età : 24
Località : San Didero (TO) Secondarie: Giaveno (TO) e Vignolo (CN)

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Mar Ott 23, 2018 2:46 pm

Un'altra tipologia di auto che mi piacerebbe rivedere nell'attuale gamma Fiat

_________________
75 scelta di potenza

 IL CUORE HA SEMPRE RAGIONE  

Fiat 500X 1.4 turbo Multiair '15 + Fiat Panda 4x4 1.3 M.Jet '15 + Fiat Panda 1.2 '07
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo Online
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 27212
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 30
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Dom Ott 28, 2018 7:00 pm

Sicuramente un'auto che manca al segmento attuale, nelle vostre zone qualcuna circola?

_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.vivaigirau.altervista.org
Alex147ts
Gruppo Amministrazione
Gruppo Amministrazione
avatar

Messaggi : 12120
Data d'iscrizione : 04.11.12
Età : 24
Località : San Didero (TO) Secondarie: Giaveno (TO) e Vignolo (CN)

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Mar Ott 30, 2018 1:57 pm

purtroppo no, le uniche le ho viste alle fiere...

_________________
75 scelta di potenza

 IL CUORE HA SEMPRE RAGIONE  

Fiat 500X 1.4 turbo Multiair '15 + Fiat Panda 4x4 1.3 M.Jet '15 + Fiat Panda 1.2 '07
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo Online
noodles
Car-Audio Expert
Car-Audio Expert
avatar

Messaggi : 890
Data d'iscrizione : 19.04.14

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Gio Nov 01, 2018 12:39 pm

Fiat Uno - LUCA88SD ha scritto:
Sicuramente un'auto che manca al segmento attuale, nelle vostre zone qualcuna circola?

A quale segmento ti riferisci Fiat?
Alex la 132 ha dei consumi importanti, è un'auto che su strada costicchia..
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Alex147ts
Gruppo Amministrazione
Gruppo Amministrazione
avatar

Messaggi : 12120
Data d'iscrizione : 04.11.12
Età : 24
Località : San Didero (TO) Secondarie: Giaveno (TO) e Vignolo (CN)

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Gio Nov 01, 2018 4:10 pm

si questo lo so... una persona che conosco ha acquistato per appena 2.000€ una 132 1.6 automatica del '73, a parte l'eccezionale botta di c... per aver preso una versione rarissima a prezzo stracciato e in buone condizioni contando che è un conservato, però mi ha detto che i consumi non sono bassi! Oltretutto la versione automatica ha solo 3 marce, e mi ha detto che a volte a 70km/h il cambio scala in seconda!

_________________
75 scelta di potenza

 IL CUORE HA SEMPRE RAGIONE  

Fiat 500X 1.4 turbo Multiair '15 + Fiat Panda 4x4 1.3 M.Jet '15 + Fiat Panda 1.2 '07
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo Online
noodles
Car-Audio Expert
Car-Audio Expert
avatar

Messaggi : 890
Data d'iscrizione : 19.04.14

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Ven Nov 02, 2018 12:06 pm

ahi ahi.....ci mancava il cambio dispettoso.. Smile 
Volevo capire quei 2.000, va bene la rarità, ma la classe del veicolo....boh..
Insomma, una tre marce col cambio che fa le bizze..sia pure ben conservata..
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Alex147ts
Gruppo Amministrazione
Gruppo Amministrazione
avatar

Messaggi : 12120
Data d'iscrizione : 04.11.12
Età : 24
Località : San Didero (TO) Secondarie: Giaveno (TO) e Vignolo (CN)

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Sab Nov 03, 2018 7:55 am

In realtà il cambio non fa le bizze, è proprio la logica di funzionamento.. dopotutto ha 3 marce, se la terza si inserisce mettiamo a 60 all'ora, dovrebbe avere un rapporto lunghissimo che le consente di arrivare fino alla velocità max, che è intorno ai 150km/h! Quindi ci può stare che a 70 all'ora, in alcune condizioni, scali in seconda!

_________________
75 scelta di potenza

 IL CUORE HA SEMPRE RAGIONE  

Fiat 500X 1.4 turbo Multiair '15 + Fiat Panda 4x4 1.3 M.Jet '15 + Fiat Panda 1.2 '07
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo Online
noodles
Car-Audio Expert
Car-Audio Expert
avatar

Messaggi : 890
Data d'iscrizione : 19.04.14

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Sab Nov 03, 2018 12:38 pm

Detta così non fa una piega, ma allora mi viene da pensare che un automatico a tre marce sia stato il pioniere dei cambi automatici, forse quasi una sorta di prototipo poi abbandonato a causa di limitazioni oggettive come quella di cui stiamo parlando.
Però alla luce di questo, mi rimane più di qualche dubbio in merito a quei 2.000 euro..
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Fiat Uno - LUCA88SD
Master Administrator
Master Administrator
avatar

Messaggi : 27212
Data d'iscrizione : 15.02.10
Età : 30
Località : Siurgus Donigala (CA)

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Dom Nov 04, 2018 1:04 pm

Effettivamente si, essendo un 3 marce ha sicuramente dei rapporti particolari e dunque può scalare in 2° anche a 70 se le condizioni lo richiedono visto che la 2 sarebbe la marcia intermedia, poi ovviamente i cambi automatici sono andati evolvendosi passo passo e migliorando. 

2000 può essere poco per chi conosce le rarità del veicolo e molto per chi la vede come un'auto poco diffusa che ha avuto relativamente poco successo e magari non piace a tutti.

_________________


VI AUGURO 100 VOLTE QUELLO CHE VOI AUGURATE A ME!!  

LUCA88SD

VIVAI GIRAU VERDE MEDITERRANEO
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://www.vivaigirau.altervista.org
noodles
Car-Audio Expert
Car-Audio Expert
avatar

Messaggi : 890
Data d'iscrizione : 19.04.14

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Lun Nov 05, 2018 10:59 am

Hai ragione, è soggettivo.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Alex147ts
Gruppo Amministrazione
Gruppo Amministrazione
avatar

Messaggi : 12120
Data d'iscrizione : 04.11.12
Età : 24
Località : San Didero (TO) Secondarie: Giaveno (TO) e Vignolo (CN)

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Lun Nov 05, 2018 3:15 pm

io valuto la rarità, e anche le condizioni in cui era, quindi a mio avviso quei 2.000€ sono pochi.. comunque i cambi automatici dell'epoca erano tutti a 3 marce o al limite a 4 sulle vetture più performanti, e quindi i rapporti erano ancora più lunghi...

_________________
75 scelta di potenza

 IL CUORE HA SEMPRE RAGIONE  

Fiat 500X 1.4 turbo Multiair '15 + Fiat Panda 4x4 1.3 M.Jet '15 + Fiat Panda 1.2 '07
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo Online
noodles
Car-Audio Expert
Car-Audio Expert
avatar

Messaggi : 890
Data d'iscrizione : 19.04.14

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Mar Nov 06, 2018 11:42 am

Vietato avventurarsi in montagna o collina. Smile
2.000 euro sarebbe una cifra principalmente collezionistica dunque.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Zingaro
Meccanico del Forum
Meccanico del Forum
avatar

Messaggi : 3482
Data d'iscrizione : 18.06.11
Età : 57
Località : Torino

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Dom Nov 11, 2018 10:46 pm

Sui cambi automatici (di vecchia generazione) la prima ha un rapporto approssimativamente corrispondente ad una secodna di un cambio meccanico. Il convertitore di coppia si occupa delle "mezze marce".

Gli automatici attuali sono molto diversi dai vecchi automatici. Non si tratta di un'evoluzione ma un nuovo progetto.

Smile study

_________________
Ladies and gentleman... START YOUR ENGINE

https://www.facebook.com/david.lo.zingaro/
https://officinadellozingaro.wordpress.com/
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
noodles
Car-Audio Expert
Car-Audio Expert
avatar

Messaggi : 890
Data d'iscrizione : 19.04.14

MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   Lun Nov 12, 2018 12:37 pm

Non riesco a fidarmi del dispositivo.
Io il cambio automatico, lo rifiuto....automaticamente. Laughing
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Fiat 132   

Torna in alto Andare in basso
 
Fiat 132
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» WTA Monterrey (13)
» Che schema è ???
» 2400
» potenza head youtek ig speed mp 300
» head ig youtek extreme mp vs pure drive gt(2011-2012)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Auto di ieri e di oggi - Forum Autoconfronti :: La rubrica di AUTOCONFRONTI :: La Storia Delle Auto e le Nostre Storie-
Vai verso: